Sicurezza e Salute sul Lavoro


 

ISO 39001:2012 – Sistema di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale

ic_SicurezzaISO 39001:2012 – Road Traffic Safety (RTS) management system – Requirements with guidance for use.
(Sistema di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale – Linee guida generali su principi, sistemi e tecniche di supporto).

Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) – Orizzonte 2020 (Legge n. 144/1999, recepimento Comunicazione alla Commissione europea n. 131 del 1997), avendo come obiettivo generale la riduzione delle morti per incidente stradale e facendo riferimento alla norma ISO 39001:2012, ha ampliato il campo degli interventi previsti per il miglioramento del livello della sicurezza stradale, promuovendo non solo azioni relative alla gestione della infrastruttura stradale ma anche alla gestione degli utenti di tale infrastruttura.

La norma ISO 39001 è concepita affinché la sua applicazione possa essere integrata con i requisiti delle nuove edizioni delle nome ISO riguardanti i sistemi di gestione: UNI EN ISO 9001:2015 per SGQ, UNI EN ISO 14001:2015 per SGA e ISO 45001:2016 per SGSSL.
Con tali “nuovi” sistemi di gestione, la tenuta sotto controllo dei rischi per il business aziendale diviene argomento centrale e propedeutico alla pianificazione operativa.
La norma ISO 39001 specifica i requisiti per un Sistema di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale a cui qualsiasi organizzazione che interagisce con il sistema del traffico stradale può rifarsi al fine di integrare la propria gestione aziendale con prassi operative mirate alla gestione dei rischi connessi e ottimizzando le attività coinvolte.

L’adozione di un Sistema di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale comporta vari benefici gestionali ed economici, in particolare:
Miglioramento delle attività aziendali, in particolare per le attività di pianificazione e di gestione delle risorse in un’ottica di gestione e riduzione dei rischi (Es. Incidenti, assenze dal lavoro, cause legali, multe e sanzioni);
Migliora il rapporto fra organizzazione e parti interessate esterne (Aumento della fiducia del consumatore, miglioramento dell’immagine aziendale, vantaggi per finanziamenti e gare d’appalto);
Riduzione premi assicurativi INAIL (interventi di miglioramento della sicurezza sul lavoro);
Riduzione premi assicurativi per mezzi aziendali.

Lo Studio Bussolari, potendo vantare un’esperienza decennale nella implementazione di sistemi di gestione, si propone come partner ideale per l’implementazione di Sistemi di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale, in conformità alla ISO 39001:2012, affiancando le Aziende per :
– La definizione ed il perseguimento degli obiettivi economici e strategici della Direzione;
– La definizione della documentazione del Sistema di Gestione per la Sicurezza del Traffico Stradale;
– La conduzione dell’analisi dei rischi;
– Lo svolgimento di audit interni;
– La formazione del personale;
– Il supporto all’Azienda per l’integrazione di altri sistemi di gestione;
– Il supporto all’Azienda nel rapporto con l’Organismo di Certificazione (ISO 39001);
– La ricerca e definizione di canali di finanziamento per lo sviluppo dei progetti offerti.

(Cliccare sopra l’icona del servizio per accedere alla versione pdf)

Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro

ic_SicurezzaOggigiorno, la necessità di gestire la salute e la sicurezza sul lavoro con un approccio proattivo finalizzato alla prevenzione e al controllo dei rischi è ormai una consapevolezza. Appare chiaro come la gestione della salute e della sicurezza sul lavoro, affinché possa fungere da volano per la competitività aziendale, non possa più limitarsi al mero rispetto dei requisiti cogenti in materia, ma debba apportare effettivi e continui miglioramenti dei livelli di sicurezza. Tale approccio deve essere necessariamente ricercato nell’ambito di un sistema integrato di gestione aziendale, nel quale l’attuazione della politica di prevenzione degli infortuni deve rappresentare una priorità strategica di intervento. Tra gli standard e linee guida (nazionali ed internazionali), attualmente disponibili a supporto delle organizzazioni per la definizione di un Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro, quello maggiormente riconosciuto a livello internazionale è il Bs Ohsas 18001:2007. Per quanto riguarda il contesto nazionale, risultano essere efficacemente utilizzabili anche le Linee Guida Uni-Inail, non costituendo comunque uno schema certificabile. Attraverso l’attuazione di un Sistema di Gestione della Sicurezza aziendale secondo i requisiti della norma Ohsas 18001:2007 o delle Linee Guida Uni-Inail l’organizzazione è in grado di: – Minimizzare e tenere sotto controllo i rischi per i lavoratori (dipendenti ed appaltatori); – Garantire l’ottemperanza della legge; – Ridurre gli infortuni sul lavoro; – Ricercare il continuo miglioramento dei livelli di sicurezza e salute sul lavoro; – Promuovere la diffusione della cultura della prevenzione in azienda; – Migliorare l’immagine dell’azienda; – Ridurre i costi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro, mantenendo l’efficienza dei processi produttivi e preservando il valore aziendale; – Migliorare il rapporto con la Pubblica amministrazione e con gli enti preposti al controllo.

(Cliccare sopra l’icona del servizio per accedere alla versione pdf)

Salute e Sicurezza sul Lavoro

ic_SicurezzaLa Salute e la Sicurezza sul Lavoro sono aspetti fondamentali per qualsiasi organizzazione, in quanto la prevenzione degli incidenti sul lavoro, degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, è tra i principali obblighi cogenti a cui un imprenditore deve rispondere nella gestione di impresa.
Il principale dispositivo legislativo che regola gli aspetti cogenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro nel territorio nazionale italiano è il Testo Unico della Salute e Sicurezza sul Lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81), al quale sono collegate altre norme relative a specifici ambiti, quale la prevenzione incendi.
Pertanto, il più delle volte, è piuttosto difficoltoso districarsi fra tale normativa, comprenderne l’effettiva applicabilità ed implementare le adeguate modalità organizzative e tecniche.
Lo Studio Bussolari mette a disposizione delle Aziende competenze specifiche proponendosi come partner per affrontare la normativa applicabile al settore e tramutarla in principi operativi mediante specifiche attività:
– Sopralluogo dei luoghi di lavoro ed analisi della conformità legislativa finalizzata al rilevamento dello stato di fatto ed alla definizione di specifici piani di adeguamento e miglioramento;
– Valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro e redazione della relativa documentazione, ossia elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi (Artt. 17 e 28 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.);
– Assunzione dell’incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione esterno (Artt. 31 e 32 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.);
– Formazione (obbligatoria) generale e specialistica per Datori di Lavoro, Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, Rappresentante dei Lavoratori, Preposti e lavoratori come previsto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e dai conseguenti accordi Stato-Regioni in essere;
– Formazione (obbligatoria) per lavoratori addetti antincendio e primo soccorso come previsto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e normativa specifica correlata (DM 10/03/1998 e DPR 388/03);
– Formazione (obbligatoria) per lavoratori utilizzatori di macchine da lavoro (Es. Carrelli elevatori, Piattaforme di lavoro elevabili, ecc.) come previsto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e dai conseguenti accordi Stato-Regioni in essere;
– Formazione per lavoratori addetti a mansioni particolarmente pericolose (Es. Ambienti sospetti di inquinamento o confinati) come previsto dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e normativa specifica correlata;
– Progettazione ed implementazione di modelli di organizzazione e di gestione conformi alle Linee Guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro o allo standard OHSAS 18001:2007 Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro idonei ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica di cui al D.Lgs. 231/01.

L’ing. Stefano Bussolari è Responsabile del Centro di Formazione Territoriale “Ing. Stefano Bussolari”, di diretta emanazione A.N.FO.S. Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul Lavoro, ente in grado di:
– Erogare formazione in merito all’abilitazione per l’utilizzo di attrezzature di lavoro ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012;
– Supportarvi e fornire chiarimenti in merito alla formazione obbligatoria sull’utilizzo delle attrezzature di lavoro.

(Cliccare sopra l’icona del servizio per accedere alla versione pdf)