Direzione assertiva

ic_ManagementePassivo…? Aggressivo…? Assertivo…? I comportamenti non sono rigidi: nessuno è costantemente aggressivo, passivo o assertivo ma tutto dipende dalle situazioni. Essere assertivi è un modo e un atteggiamento di essere con gli altri; essere assertivi, significa saper comunicare, saper esprimere con autorevolezza, non in modo autoritario, il proprio punto di vista rispettando quello degli altri. L’assertività (dal latino asserere: asserire) è sia comportamento, sia capacità di comunicazione per gestire in modo efficace e chiaro i rapporti interpersonali e le proprie emozioni nei colloqui di lavoro, nelle riunioni, al telefono, sempre nel rispetto di se e degli altri. Essere assertivi significa: avere fiducia in sé e negli altri; esprimere serenamente ma con chiarezza e determinazione il proprio punto di vista; affermare i propri diritti senza negare quelli degli altri; rifiutare l’uso di etichette e pregiudizi; saper dire di no quando necessario senza provare sensi di colpa; comunicare i propri sentimenti senza suscitare disagio e contrarietà; accettare critiche costruttive; fare critiche costruttive. Poiché è difficile affrontare i problemi della vita, pensando in maniera negativa l’assertività ha alla sua base il pensiero “positivo”. Il pensiero positivo diviene essenziale per migliorare la propria capacità di comunicare fondamentale in qualsiasi processo di relazione assertiva con le persone, siano esse dipendenti, famigliari o semplici amici. Durante un corso una signora che aveva problemi con il figlio e non riusciva più a comunicare con lui disse: “io partecipo al corso per capire come far cambiare mio figlio e dopo questi incontri voi mi fate capire che sono io che devo cambiare. Non è quello che volevo!” Come in questo caso, nella maggior parte è il nostro comportamento che dovrebbe cambiare e che determina il rapporto con gli altri. E così nei rapporti di lavoro, con il personale, capi, colleghi, una buona capacità di comunicazione assertiva permette una migliore gestione dei conflitti, la soluzione e riduzione di problemi, la capacità di governare le proprie ansie e tensioni, e gestire al meglio le proprie relazioni interpersonali. Componenti dell’assertività: – La stima di sé; – Saper ascoltare; – Prendere rischi; – Saper dire di no; – Critica costruttiva; – Rispondere alle critiche; – Il feedback positivo; – Chiarezza di obiettivi. Tutto ciò non è facile, e comporta un lavoro su se stessi attraverso un piano di miglioramento individuale passo dopo passo: l’importante è cominciare! “L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi ma nell’avere occhi nuovi” Proust MA……… “Non è possibile scoprire nuovi oceani se non si ha il coraggio di prendere il mare”

(Cliccare sopra l’icona del servizio per accedere alla versione pdf)